Strada Agazzana, 35 - Tel. 0523 458929
Il Raineri a "Frutti Antichi"

Durante le giornate di sabato 11 e domenica 12 si è svolta al castello di Paderna (PC) la manifestazione “Frutti antichi”. L' istituto ha partecipato con diversi progetti: 'Orto Botanico', laboratori sviluppati appositamente per la manifestazione, una mostra fotografica della civiltà contadina del passato (vita contadina nelle foto di Tino Petrelli).

Seguono le relazioni degli studenti e le gallerie fotografiche relative ai diversi progetti.

Tavola rotonda biodiversità

E’ stato un dibattito studentesco sulla biodiversità e le sue tematiche attuali e del passato.

Tematiche:

- aspetti scientifici (botanici e naturalistici), con professoressa Battaglia;
- aspetti storici e territoriali, con professoressa Martinelli;
- aspetti economici, con professoressa Molinari;
- aspetti tecnologici e implicazioni bioetiche, con professor Aspetti.

Approfondimenti:

Le alunne (Ecaterina Mihai 4A, Francesca Bonetti 4B) seguite dalla professoressa Battaglia si sono occupate della valorizzazione della biodiversità e prendendo in osservazione una zona umida per dimostrare che esistono ancora aree ricche di diversità e inoltre come rischi, perché e come deve essere tutelata (parchi e orti botanici);

L’alunno (Tosca Marcello 4B) seguito dalla professoressa Martinelli ha parlato del nostro frutteto scolastico, l’importanza di conservare certe tipologie di frutta e le proprietà organolettiche e ha citato alcuni di essi (uve del fine 1800 e inizio 1900 che venivano coltivate e vendute nel piacentino);

Le alunne (Alessia Orlandi 4A, Camilla Dudiez 4B) seguite dalla professoressa Molinari si sono occupati dell’aspetto economico, la biodiversità come risorsa economica in ambito agrario;

L’alunno (Matteo Santerini 4D) seguito dal professor Aspetti ha parlato degli organismi geneticamente modificati, cosa sono, che scopo hanno, chi li tutela e gestisce e per finire la bioetica.

Laboratorio di estrazioni vegetali 'Colori, profumi … l’anima della natura'

Sono state mostrate al pubblico diverse tecniche di estrazione, ed in particolare:

- macerazione in olio di riso e alcool etilico
- enfleurage (a base di grasso purificato e fiori)
- estrazione con alambicco
- estrazione con Soxhlet 

Laboratorio cereali: 'Dal grano alla farina', con mulini, setacci e buratto

Il laboratorio delle farine si è tenuto con la supervisione del professor Giuliano Di Pierdomenico e la partecipazione degli alunni Ferrando Alex (3B), Rossi Paolo(3B) e Stornelli Marco (4B). All’evento ha partecipato anche la famiglia Bruzzi il cui padre si dedica alla costruzione di mulini a pietra. Sono state spiegate le caratteristiche organolettiche delle farine, e sono stati mostrati vari tipi di piante di cereali e semi. In particolare si sono tenute dimostrazioni d’uso di diversi strumenti come il buratto che è una setacciatrice elettrica che divideva in 3 tipi di farine e ne scartava la crusca; il mulino manuale, i setacci in serie e diversa maglia.

Mostra fotografica della civiltà contadina del passato

Durante la mostra fotografica gli studenti hanno presentato e spiegato ai visitatori le foto della civiltà contadina antica presenti nel museo che ha sede all'interno dell'istituto. Le foto sono state disposte con un ordine a tema scelto dai ragazzi.

Le tematiche principali:la famiglia, es. ‘quante bocche da sfamare!’ - gli emigrati: es. ‘ultima lettera alla famiglia prima di partire’ - le mondine: es. ‘tra sanguisughe e bisce’ - l’alluvione nel polesine: es. ‘si è salvata solo la stufa’ - i bachi da seta: es. ‘lavoro della seta in casa’ - il trasporto dei barconi lungo il fiume: es. ‘l’uomo e il fiume’ - la lavorazione del terreno: es. ‘dai buoi alla macchina a vapore’ - il grano: es. ‘semina, raccolta, trasporto’.


Pubblicata il 17 maggio 2019

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.