DIPLOMA PROFESSIONALE “Servizi per l’agricoltura e lo sviluppo rurale”, corso quinquennale

Piacenza è “Terra di Vini” da sempre; hanno coltivato viti sulle nostre colline Etruschi, Romani e tutte le altre popolazioni che si sono succedute nei millenni fino a noi.

Oggi la vitivinicoltura è asse portante dell’economia piacentina e attraverso un percorso di attenta riqualificazione sa reggere il confronto con le più importanti realtà europee esibendo ben diciotto tipologie di vino riconosciute a D.O.C. Questa importante realtà del nostro territorio necessita sempre più di tecnici preparati, capaci di utilizzare e gestire le più moderne tecnologie impiantistiche e produttive per reggere un mercato sempre più esigente.

Una scuola ad indirizzo vitivinicolo non poteva avere sede migliore se non in Val Tidone, area naturalmente vocata alla coltivazione della vite e alla produzione di ottimi vini.

L’Istituto Professionale G. Marcora, sede coordinata di C.S.Giovanni, perfettamente integrato con la realtà produttiva del proprio territorio, oltre alla indiscussa professionalità dei Docenti, dispone di adeguate e moderne attrezzature didattiche finalizzate alla preparazione di giovani tecnici capaci di affrontare un mercato del lavoro impegnativo, ma ricco di sicure soddisfazioni.

L’Istituto possiede un’attrezzata cantina dove vengono vinificate le uve provenienti dal vigneto di Carmiano gestito e curato direttamente dagli studenti. Sei tipologie di vino sono prodotte e poste sul mercato: è un’esperienza affascinante e qualificante del percorso didattico.

 

Il Diplomato nell’indirizzo “Servizi per l’agricoltura e lo sviluppo rurale” è in grado di intervenire nella valorizzazione, produzione e commercializzazione dei prodotti agrari e agroindustriali; utilizzare tecniche di analisi costi/benefici e costi/opportunità relative a progetti di sviluppo e ai processi di produzione e trasformazione. 

A conclusione del percorso quinquennale, i diplomati sono in grado di:

1 Definire le caratteristiche territoriali, ambientali ed agro produttive di una zona attraverso l’utilizzazione di carte tematiche.

2 Operare favorendo attività integrative delle aziende agrarie mediante realizzazioni di agriturismi, ecoturismi, turismo culturale e folkloristico. 

3 Collaborare con gli Enti locali che operano nel settore, con gli uffici del territorio, con le organizzazioni dei produttori, per attivare progetti di sviluppo rurale, di miglioramenti fondiari ed agrari e di protezione idrogeologica.

 

OPERATORE AGRICOLO - corso triennale Qualifica Regionale percorso IeFP.

 Al termine del percorso triennale lo studente è in grado di:

1. Effettuare trasformazioni agro-industriali e alimentari di prodotti primari dell’azienda, adattando le tecniche alle diverse circostanze.

2. Eseguire il confezionamento e la conservazione dei prodotti.

3. Eseguire lo stoccaggio e la vendita dei prodotti.

4. Definire e pianificare fasi delle operazioni da compiere sulla base delle istruzioni ricevute e del sistema di relazioni, ottimizzando i processi lavorativi e l’uso dei mezzi di produzione.

5. Predisporre e avere cura degli spazi di lavoro in generale, al fine di contrastare affaticamento e malattie professionali.

6. Collaborare nella scelta dell’indirizzo produttivo e nella gestione dell’azienda.

7. Collaborare nella redazione e archiviazione di documenti fiscali e amministrativi specifici del settore.

8. Pianificare l’impiego, approntare e utilizzare in autonomia e sicurezza macchine attrezzi, impianti e strutture nei vari processi di produzione di natura zootecnica, agricola, flori-colturale, forestale.

9. Effettuare la cura, la pulizia e la manutenzione di macchine, attrezzi, impianti e strutture, nonché l’alloggiamento delle macchine e degli attrezzi.

 

In allegato il quadro orario, che potrà subire variazione in funzione della normativa vigente relativa a Flessibilità e Autonomia.

quadro orario prof. castello