Il regime di autonomia che sostiene il processo di rinnovamento della scuola favorisce la flessibilità e l'innovazione nei percorsi didattici, nell'intento di rispondere al meglio alle odierne esigenze formative e culturali.

Il piano dell'offerta formativa che il Campus Agroalimentare di Piacenza con le sedi di Castel San Giovanni e  Cortemaggiore intende offrire agli studenti e alle loro famiglie rappresenta la sintesi del lavoro che i docenti svolgono rapportandosi al territorio e interagendo con Enti locali, Enti di formazione, Università, Associazioni di categoria, Aziende private.

Esso sottolinea inoltre l'efficace integrazione tra i percorsi didattici di area umanistica e quelli di area scientifico - professionale ed evidenzia le capacità progettuali della scuola.

 

Con la riforma degli ordinamenti scolastici del secondo ciclo – Legge n. 133/2008-  è stata attuata la revisione dell’assetto ordinamentale, organizzativo e didattico degli Istituti Tecnici (Atto n. 133) e degli Istituti Professionali(Atto n. 134).

Dal 1 settembre 2010 sono entrati in vigore, i nuovi ordinamenti per il riordino degli Istituti Professionali D.P.R. 15.03.2010, n. 87 e  per il riordino degli Istituti Tecnici D.P.R. 15.03.2010, n. 88. Con l’A.S. 2014/2015 si completa il curricolo quinquennale del riordino.

 

L’orario complessivo delle lezioni è pari a 1089 ore per le classi prime (vista l’introduzione dell’insegnamento della geografia a partire dal presente a.s.) e  1056 ore per tutte le altre classi, corrispondenti a 32 ore settimanali, che comprendono la quota riservata all’autonomia e l’insegnamento della religione cattolica.

I percorsi, che si riferiscono a risultati di apprendimento declinati in competenze, abilità e conoscenze al fine di facilitare la mobilità sul territorio UE, si articolano in un primo biennio, finalizzato all’assolvimento dell’obbligo di istruzione, in un secondo biennio e in un quinto anno.

 

A partire dall’anno scolastico 2010/2011 per l’Istituto Tecnico il previgente ordinamento “Istituto tecnico agrario”è confluito  nel Settore Tecnologico, nuovo indirizzo ”Agraria, agroalimentare e agroindustria”, articolazioni “Produzioni e trasformazioni” e “Gestione dell’ambiente e del territorio”. Dall’anno scolastico 2013/2014 è partita  l’articolazione  “Viticultura ed enologia”

A partire dall’anno scolastico 2010/2011 per l’Istituto Professionale  il previgente ordinamento Settore “Agrario-ambientale”, indirizzo “Agrotecnico” è confluito nel Settore Servizi, indirizzo “Agricoltura e sviluppo rurale”. Dall’anno scolastico 2012/2013,  è attiva l’opzione “Valorizzazione e commercializzazione dei prodotti agricoli del territorio ”

A partire dall’anno scolastico 2010/2011 per l’Istituto Professionale  il previgente ordinamento Settore “Servizi alberghieri e della ristorazione” è confluito  nel Settore Servizi, indirizzo”Enogastronomia e ospitalità alberghiera”, nelle articolazioni “Enogastronomia”, “Servizi di sala e di vendita”, “Accoglienza turistica”. Dall’anno scolastico 2012/2013, all’interno dell’articolazione “Enogastronomia” è attiva l’opzione “Prodotti dolciari artigianali e industriali”